IMG 0800....si,  proprio affascinante questa bellissima due giorni trascorsa nel Supramonte di Orgosolo, immersi nella natura selvaggia della nostra bella isola.

Il tempo è stato dalla nostra con due bellissime giornate e con temperature tutto sommato miti.

Otto gli equipaggi che hanno preso parte a questa escursione in 4X4 arricchita da un trekking di circa tre ore.

Sabato l'appuntamento era per le 15:15. Alla partenza, i numerosi problemi meccanici, ci hanno fatto quasi cambiare idea, tubi freno  e manicotti d'acqua  rotti e qualche altro piccolo inconveniente, hanno fatto si che ci mettessimo in marcia solo alle 16:30, ma il morale è rimasto alto e la scuderia Fuoristradaweb ha affrontato, con spirito di gruppo, tutti i problemi risolvendoli......sono oramai le 18:30 e finalmente mettiamo le ruote sullo sterrato per raggiungere la zona dove abbiamo predisposto il campo per la notte, non prima di aver comunicato però, a chi di dovere, la nostra presenza per non creare falsi allarmi.

Prepariamo in completa sicurezza il fuoco e, in attesa che le carni arrivino a cottura, montiamo le tende.

La cena, come nostro solito, lascia spazio alle fantasie culinarie più succulente, carni allo spiedo, alla griglia, affettati di ogni tipo, formaggi, torte salate, torte dolci ed invenzioni alimentari curiose (zuppetta di torta al Bayles con nutella ad esempio) , ci accompagnano sino alla mezzanotte quando morfeo miete le prime vittime e dimezza il gruppo. Il silenzio ed il buio la fanno da padrone e finalmente si accende la televisione del cielo stellatissimo e, tra un mirto ed un'acqua vite, arrivano le tre e mezza del mattino.

La domenica la sveglia è alle sette, lentamente si preparano le colazioni e si smonta il campo e qui iniziano le prime cose insolite di questo gruppo......passeggiata, a due passi dal campo,  per visitare la foresta primaria dominata da  lecci  imponenti e dove, improvvise correnti di aria calda, rendono piacevole la  camminata attraverso il bosco selvaggio.

Rimettiamo in moto i motori e ci spostiamo verso la zona di Nuraghe Mereu, troviamo posto per i nostri 4X4 e ci si divide in due gruppi, il primo, decide di restare a vigilare le macchine (in realtà dormiranno per riprendersi dai bagordi e dalle ore piccole della serata appena trascorsa) il secondo, composto anche da tutti i bambini del gruppo, si mette in marcia, in direzione della Gola di Gorroppu. La natura selvaggia ci lascia  godere della visione sfuggente dei mufloni, e proseguendo sul terreno carattterizato dalla presenza di pietre bianchissime, raggiungiamo un ovile composto da numerosi pinneti in ginepro, potendo solo immaginare quanto potesse essere dura la vita per i pastori che lì conducevano il bestiame. La direzione è Nuraghe di Gorroppu, ma, troppo forte è l'attrazione del sentiero per raggiugere la confluenza dei due fiumi che si incanalano nella Gola di Gorroppu che si decide di raggiungerla. Purtroppo si fa tardi e dobbiamo, nostro malgrado,  tornare alle macchine senza aver  visitato il bellisimo Nuraghe di Gorroppu, quasi gemello del Nuraghe Mereu, dal quale si gode una vista splendida e che sarà sicuramente l'obiettivo di una nostra prossima escursione.

Lo stupore resta per la determinazione dei bambini che si sono fatti tutto il sentiero senza lamentarsi godendo appieno dei panorami.

Pranzetto leggero (pasta, spezzatino, affettati formaggi ed altri dolci) e si riparte, piccola pausa per visitare una grotta sotterranea e poi nuovamente nella civiltà.

Sono le otto e la strada da fare è ancora tanta, merenda-cena e finalmente si rientra.

Ecco come i componenti del Fuoristradaweb Club (quando possibile)  amano trascorrere il fine settimana.

Ora vi lascio alle foto dalle quali poter,  magari  con un po' di fantasia, riuscire anche a voi a sentire gli odori e  provare le sensazioni da noi provate e comprendere che, la nostra passione, ci permette di visitare posti splendidi.

Zirbone.

 

Fotografie di Simone C.

 

Fotografie di Gabriela e Luca

 Fotografie di Sandra e Sandro

 Fotografie di Clara ed Emanuele

 Fotografie di Marisa e Simone

 

Fotografie di Marcella e Maurizio

 

seoLinks