IMG 3743Credo che il neo club dorgalese abbia affrontato il battesimo del loro primo raduno con un ottimo risultato, considerato il numero degli equipaggi partecipanti "un centinaio circa" e le impressioni sentite e condivise alla fine della due giorni.

La scelta dei percorsi, si panoramici ma non privi di qualche passaggio tecnico, ha reso questa due giorni di OffRoad molto interessante, persone splendide, ospitali e disponibili ci hanno guidato alla scoperta di questo splendido territorio.

 

Ovviamente c'è da complimentarci coi ragazzi del GorroppuExtreme4X4 che per la loro prima esperienza nell'organizzazione dei raduni si è comportata benissimo, la scelta dei percorsi è stata ottima, come ottima è stata la loro preparazione ed il piccolo trekking per raggiungere Pischina Urtaddala ha aggiunto qualcosa di positivo permettendoci di visitare questo bellissimo posto. Resta da augurargli un in bocca al lupo e continuate per questa strada.

Ora passiamo alla descrizione più dettagliata di quanto vissuto....

 

La prima giornata comincia presto per gli equipaggi del FuoristradaWeb (i primi 6) che raggiungono l'abitato di Dorgali per le nove e mezza, in compagnia di Nini, quasi ottantenne di Ghilarza che mosso dalla passione, partecipa attivamente ai raduni guidando il suo Toyota, salutiamo gli amici che non si vedevano da tempo e partiamo incolonnati. La prima parte del percorso vede la presenza di due varianti hard, Sandro ed io, d'accordo con i nostri equipaggi, decidiamo di affrontare la prima, mentre gli altri proseguono per il percorso panoramico. La variante consiste nella strada della vecchia galleria che porta a Calagonone, caratterizzata da una bella salita impegnativa con un finale da brivido, un bel dente in pietra trasversale che ha reso difficoltoso l'ingresso in galleria. Superato l'ostacolo, ci riuniamo subito dopo al gruppo nel percorso panoramico che ci conduce, attraverso sentieri bianchi dalla roccia calcarea, all'area dove avremmo pranzato. Il tempo non era proprio dalla nostra parte, fermati i 4X4 ha iniziato a piovere, ma come sempre lo spirito di gruppo che ci contraddistingue ha messo in piedi una postazione coperta di 25 mq con tavoli sedie ed ogni leccornia disponibile. La postazione era talmente ben riuscita che molti dei partecipanti ci ha scambiato per l'organizzazione ...costringendoci a difendere il nostro pranzo.

Si riparte percorrendo una carrareccia in mezzo ad una folta vegetazione che ci ha condotto a Cala Gonone dove gli amici del GorroppuExtreme4X4 ci hanno ospitato per in rinfresco talmente ricco che ci ha fatto da cena, con tanta allegria e musica dal vivo.

Si è fatto tardi e andiamo a prendere posto presso l'agritursmo Rifugio Gorroppu  (http://www.rifugiogorropu.itdove la gentilissima Maddalena ci assegna le camere. 

 

 

Sabato mattina dopo una splendida e ricca colazione raggiungiamo il luogo dell'appunatmento per la seconda parte del raduno, incolonnati, attraverso carrarrecce caratterizzate dai corbezzoli maturi, scendiamo in direzione della Gola di Gorroppu attraverso passagi tecnici ed impegativi, con un piccolo guado dove qualche pseudo 4X4 ha avuto qualche difficoltà, risaliamo raggiungendo l'orientale sarda e si è fatta l'ora di pranzo, consumato a Genna Silana.

Si riparte...la direzione è Pischina Urtaddala, che si trova a monte della gola di Gorroppu, si tratta di un reflusso del fiume Flumineddu che quando ha i suoi momenti di piena riempie una depressione della roccia che forma una piscina di acqua limpida, luogo splendido, quasi magico dove il tempo pare fermarsi e darti la possibilità di comprendere la grandezza e la forza della natura. Si riparte oramai al buio e si rientra a Dorgali, salutiamo gli amici dell'organizzazione con la promessa di rivederci presto, ma per noi non è ancora finita, rientriamo in agriturismo e siccome abbiamo mangiato poco non vediamo l'ora di sederci a tavola....ed assaggiare la cucina di Maddalena... antipasti ottimi, ravioli squisiti ed un maialetto arrosto degno della fama di questo caratteristico piatto della cucina Sarda ci fanno trascorrere una serata in compagnia ed allegria.

Tra una chiacchiera e l'altra si fa mezzanotte e si va a dormire.

Come dicevo per noi non è ancora finita, infatti ci diamo appuntamento sulla 389 con chi del club non ha potuto partecipare al raduno per condurli attraverso i paesaggi mozzafiato del Supramonte di Orgosolo, dove sembra che il tempo si fermi.....visita allo splendido Nuraghe Mereu per poi spostarci a cosumare il pranzo. Dopo una succulenta grigliata di una svariata qualità di carni arrosto, formaggi, prosciutti ed ogni tipo di dolce, visitiamo la fossa di Disterru e poi ci incamminiamo per rientrare verso Orgosolo....percorrendo lo sterrato notiamo un buco a terra e scopriamo una bellissima grotta all'interno della quale ve ne un'altra, rapiti da questa scoperta, a turno scendiamo per vedere il suo interno.....finalmente sazi proseguiamo il nostro itinerario per rientrare verso casa. 

Simone Zirbone.

 

 

Video by Matia Naimoli

 

 

Video by Adriano CBR900

 

 

Foto di Davide

 

Foto di Gaudenzio e Monica

seoLinks