Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

 

PB0 0001

 Quello che inizialmente sembrava un classico viaggio in fuoristrada alla scoperta di un nuovo paese si è successivamente rivelato tutt'altro; ovviamente in positivo! Su commisione di un'agenzia e per conto del Ministero del Turismo del Quebec sono partito alla volta di Montreal per effettuare un reportage di viaggio in fuoristrada in questa fantastica terra.

La mission, una volta sbarcato in Quebec, era quella di documentare un viaggio in 4x4 attraversando due regioni: il Laurentides e l'Outaouais. Per questa nuova esperienza è stato scelto il particolare periodo dell'anno del cosidetto feuillage, quando in autunno le foglie degli alberi prendono una particolare colorazione trasformando il paesaggio in un quadro.

Appena usciti da Montreal i colori della natura ci hanno sempre più colpiti ed avvolti facendoci quasi dimenticare lo scopo del reportage tanto era magnifico il panorama. La prima tappa a Mont-Tremblant, nota località sciistica canadese, ci ha immerso in pieno in questo clima contemplativo ed a fatica siamo riusciti a salire di nuovo in macchina per raggiungere il nostro albergo a Saint Hyppolyte.

A Mont-Tremblant, un'anziana e simpatica coppia ci ha parlato del feuillage e della loro passione per questa stagione che li porta ogni anno in questa località per ammirare i colori della natura....è tardi e dobbiamo riprendere la via per l'Auberge du Lac Morency. Il giorno seguente ci svegliamo all'alba ed aspettiamo che il sole illumini il bosco sulla sponda del lago; poco dopo ecco di nuovo il miracolo... madre natura ha dipinto il suo acquerello. Qualche scatto e via al rispotrante per la colazione; alle 9 abbiamo appuntamento per un'escursione in 4x4 con una coppia che gestisce Aventure Plein Air.

Anche dalla sala da pranzo, che si affaccia sul lago il panorama è fantastico! Ben rifocillati siamo pronti per la nostra prima esperienza di fuoristrada in Quebec; partiamo in carovana su un Jeep CJ e su un YJ e via ... I percorsi non sono proprio turistici ma neanche estremi; il giusto compromesso tra piacere di fare offroad e piacere di scoprire nuovi paesaggi.

Al lago dei castori le nostre aspettative non vengono certo deluse e la sosta è d'obbligo. Proseguimo per l'intera giornata questa fantastica esperienza e poi rientriamo in albergo non prima di aver salutato i nostri due accompagnatori. Nel tardo pomeriggio andiamo a visitare Saint-Sauveur, una piccola città molto carina e folcloristica la cui via principale è piena zeppa di ristoranti e negozi dai mille colori; decidiamo di fermarci qui a cena.

 Il giorno seguente siamo in viaggio per raggiungere l'Auberge Coleurs da France nella regione dell' Outaouais; il viaggio è piacevole ed in breve tempo raggiungiamo il lago Preston dove sorge l'albergo. Dopo esserci sistemati nelle camere, approffittiamo dei quasi 300 km di piste sterrate della zona per scoprire la regione; ci imbattiamo nella simpatica responsabile dell'ufficio turistico di Duhamel, città nata dai boscaioli, che ci intrattiene ed accompagna a vedere gli scorci più belli del villaggio.

Rientriamo in albergo per una buonissima cena e poi a letto per essere riposati per l'indomani.

E' venerdì 5 ottobre, dopo colazione partiamo, sotto l'acqua, per Montebello, un piccolo paesino dove sorge il CHateau Montebello, un enorme hotel di lusso completamente costruito in legno; qui ci attende una giornata con Land Rover Experience.

Scegliamo un Discovery e via... prima lungo una strada bianca e poi all'interno della foresta dove, lungo il percorso ci imbattiamo in una serie di osctacoli naturali che non potevamo non provare; la giornata è lunga ma la gioia di fare offroad in questo ambiente prevale sulla stanchezza. Penultimo giorno in Quebec, destinazione Lac Virecoy per la nostra ultima tappa. L'albergo sorge sulla riva del lago ed offre un'ottima SPA...

Lungo la strada ci fermiamo, anzi entriamo, alla riserva Omega per ammirare la fauna tipica del Quebec e del Canada; è un'occasione unica per poter ammirare nel loro ambiente tutti gli animali che popolano le foreste che abbiamo attraversato in questi giorni e per scattare ovviamente qualche fotografia. In serata, lungo la strada, ci imbattiamo in un chiosco e decidiamo di fermarci per la cena; ci imbattiamo nella Poutine che scopriamo essere un piatto tipico del Quebec.

Il titolare di Casse Croute Chez Micth, ci spiega che è a base di patatine fritte, di formaggio e di carne affumicata e che viene fatta in diverse versioni. E' ormai domenica 7 ottobre e siamo alla fine della nostra avventura; riusciamo però a ritagliarci qualche ora prima della partenza per visitare Montreal Vecchia ed il porto e vi giuro che ne vale la pena.

Saliamo in aereo a malincuore ma con la gioia di aver conosciuto un paese incredibilmente bello e con delle persone gentili e socevoli; certamente ci ritorneremo!

  

Clicca qui per votare 
VOTACI!!!! 

Banner    

  

 

Commenti  

 
0 #1 commando ricard 2012-10-10 23:17
Ciao,

Che sfortuna, siete venuti a Saint Hippolyte !!!!! Abito qui da due anni. Erravate a 800 metri di casa mia. Se l'avevo saputo prima, ci saremo incontrati di sicuro.

La prossima volta che venite sulla provincia del Quebec, fatemelo sapere

Bellissime fotografie. complimeni

Saverio
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna