Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

 

GM (26)Si è conclusa lunedì 26 marzo la 14° edizione del Tuareg Rallye, una maratona motoristica di otto giorni, svoltasi tra il sud della Spagna e il deserto del Marocco. Oltre 200 i partecipanti, provenienti da tutto il mondo, che hanno preso parte all’evento, 151 in moto e 61 equipaggi tra le auto.

La squadra italiana è scesa in campo numerosa, quindici i motociclisti e un team in auto; a sostegno dell’impresa, Energia e Sorrisi Onlus, che da diversi anni coglie l’occasione di unire la passione per questo sport con la solidarietà, con un nobile progetto, che porta sostegni e aiuti umanitari nelle zone più disagiate. Circa 2200 i chilometri da percorrere tra i meravigliosi scenari marocchini, spostandosi tra le città di Nador, Missour e Merzouga.

Piste sassose e tratti veloci hanno caratterizzato le prime giornate di gara, lasciando poi spazio alla parte più ardua della manifestazione tra le alte dune del deserto;tre lunghe tappe tra l’insidiosa sabbia, infatti, hanno messo a dura prova le capacità fisiche dei piloti e la resistenza meccanica dei veicoli, costringendo molti al ritiro.

La costanza e la navigazione precisa hanno infine premiato i “survivor” di questo estenuante rally raid africano definendo così i risultati finali. Nella categoria Profi, il trionfatore è stato il belga Martin Fontyn su KTM EXC 530, con il tempo totale di 45 ore e 48 minuti, seguito dal pilota dei Paesi Bassi, Mark Smits su Honda CRF 450 X e dal tedesco Robert Labinsky su KTM 660 Rallye. Tra gli amatori invece registriamo la bella vittoria dell’italiano Dante Corbani, in sella ad una KTM EXC 450, seguito dall’austriaco Christian Horwath su KTM 660 Rallye e dal polacco MarcinMacala su KTM 690 E.

Ricordiamo anche il primo posto conquistato nella categoria over 50 di Raffaele Bacchi su Beta RR525. Tra le auto, nella categoria Profi, si aggiudica la vittoria, per la sesta volta al Tuareg Rallye, il duo composto dall’austriaco ChristofDanner e dal tedesco JanSzekeres a bordo di Mercedes G320 con un tempo totale di 55 ore e 26 minuti, seguiti dai belgi Steve Ingels e Philip Cornette su BowlerWildcat 4.2, a chiudere il podio infine gli italiani Andrea Schiumarini e Giulia Maroni dell’A-Team 4x4 su Mitsubishi Pajero.

Nella categoria amatori sono invece i tedeschi Gilges e Gilges a portarsi a casa la vittoria, anche loro su Mitsubishi Pajero, seguiti dai tedeschi Dominik e Reiner Kleer su Jeep Cherokee 4.0 e dalla coppia proveniente dai Paesi Bassi Arne Dolle e Bianca Seekles su Land Rover Defender 90 TD5.

http://www.tuareg-rallye.com/

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna