IMG 1928Trent'anni di onorata carriera andavano festeggiati come si deve e crediamo che questo fosse l'obiettivo degli Amici del 4x4SardegnaClub, mettendo a disposizione, per questa 11^ edizione del mitico Mari & Monti un tracciato pieno di tutto ciò che un fuoristradista si aspetta da una due giorni.

Dal canto nostro, dieci sono stati gli equipaggi che si sono mossi alla volta di Geremeas per raggiungere l'affascinante punto di incontro presso l'hotel il Monastero. Abbiamo contato all'incirca cento equipaggi tra partecipanti e organizzazione, si rincontrano vecchie conoscenze e se ne fanno delle nuove, al tramonto si parte, 50 km di tracciato per la notturna, resa più affascinante dal cielo stellato e dalla luna piena. 

Guadi, fango e pietre ci accompagnano per tutto il tempo, al primo punto di controllo abbiamo trovato Filippo pronto a darci una mano, anzi un braccio intero se ne avessimo avuto bisogno. Si prosegue con qualche piccolo intoppo di altri equipaggi che chiaramente abbiamo aiutato a risolvere e raggiungiamo la fatidica "Discesa de is apisceddas" ovvero la discesa delle motocarrozzelle, così ribattezzata dalla presenza di due motocarrozzelle abbandonate da qualche temerario. Raggiungiamo la postazione presidiata dagli Amici Marco, Valentina, Tommaso e Marzia e lì ci siamo dati la carica per affrontare l'ultima parte del percorso, una bella discesa con un paio di passaggi tecnici, durante la quale tutti noi abbiamo commentato "certo che se la si potesse fare in salità..." procediamo entrando sul letto del fiume percorrendolo per circa 2 km, sabbia e guadi molto divertenti. 

Raggiungiamo l'albergo alle ore 01,10 circa, ci assegnano le camere e tutti a nanna, si fa per dire, vicini che trasloccano, ultimi equipaggi arrivati alle 4, un pazzo che da la sveglia alle 6 urlando nei parcheggi e i nostri compagni di stanza che si dimenticano la sveglia, ma il tutto è stato troppo divertente.

Domenica mattina, colazione, controllino ai nostri 4x4 e si parte alle ore 10,00, 25 km per questa parte mattutina, ripercorriamo al contrario il letto del fiume giocando come bambini in mezzo ai guadi ed alla sabbia e raggiungiamo, attraversando bellissimi paesaggi, il punto di controllo dove l'organizzazione selezione le auto che possono affrontare questa parte del percorso......vi ricordate il desiderio durante la notturna?... l'organizzazione attenta..."forse ci hanno sentito o forse l'hanno pensata come noi" ci ha riproposto in salita quella parte di percorso con dei bei passaggi tecnici. Due dei nostri equipaggi sono stati stoppati al punto di controllo e gli altri otto che sono passati non hanno deluso le aspettative.

Raggiungiamo poi, tutti insieme l'agriturismo dove ci viene offerto un ottimo pasto... ma c'è qualcosa che manca... e si quella "speciale" riservata ai veicoli ben preparati dotati di almeno un blocco differenziale... parlo con l'organizzazione e spiego la volontà di provare la speciale... Filippo e Marco mi guardano sorridenti e contenti del nostro intento ci danno l'autorizzazione chiedendo se avessimo bisogno di assistenza, ma i loro sforzi erano già stati tanti e quindi per non disturbarli, procediamo in autonomia.

Speciale quasi portata a termine in quanto alcuni satelliti e planetari (e non sto parlando di astronomia) non ci hanno permesso di proseguire oltre il dente in pietra che nel frattempo era diventato un molare. Ma come sempre non ci siamo persi d'animo, controllatina al mezzo in avaria, messo in condizioni di camminare, fatto TUTTI inversione e rientrati a casa con tutte le auto.

Un enorme grazie va all'impegno del 4x4SardegnaClub, sempre presenti nei punti critici ed ai proprietari dell'agriturismo che oltre ad averci deliziato con il pranzo, ha dato il permesso per transitare in buona parte della loro tenuta.

Ma un sincero grazie personale va agli Amici Soci del FuoristradaWeb che ogni volta danno conferma di un gruppo molto affiatato ove prevale un senso di unione che va oltre ogni aspettativa...

Simone NAIMOLI  "ZIRBONE"

Foto di Milly Atzeni


Video by Krash

 

 

 

 

seoLinks