Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Rally d'Italia Sardegna - Meraviglia Andreucci, paura per Wilks

Al via il Rally di Sardegna. Il Monte Grighine è spietato: fuori Ogier, Mikkelsen e soprattutto Guy Wilks. Per il pilota della Skoda ricovero in ospedale e due vertebre rotte

PS 2 – Monte Grighine – 28,66 Km. Comincia nel peggiore dei modi possibili il Rally d’Italia Sardegna. Guy Wilks, pilota della Skoda Fabia e grande favorito per la vittoria finale si cappotta subito dopo l’avvio di prima speciale del monte Grighine ed è costretto al ritiro. Il pilota viene trasportato in ospedale a Oristano per accertamenti e le ultime notizie parlano della rottura di due vertebre. Il rally perde quindi uno dei suoi grandi protagonisti. Anche il giovane Andreas Mikkelsen esce di strada ma fortunatamente riesce a uscire indenne dalla sua Ford. E come se non bastasse anche Sebastien Ogier si ritrova fuori gara alla prima speciale.

Lo sapevamo. Il Monte Grighine era una speciale difficile e si è confermata tale. Numerose anche le forature, alcune eccellenti come quella di Gunnar Anderson e della turca della Peugeot 207 Cetinkaya. Andersson perde 4’26”. Per la pilota turca invece ritardo di 2’51”.

Il miglior tempo lo realizza Jan Kopecki con la sua Skoda Fabia (19’05.8) precedento la Peugeot di Kris Meeke (19’09.9). Terzo tempo per un altro grande protagonista del weekend sardo, Paolo Andreucci (19’15.4). Quarto tempo per il leader di generale Juho Hanninen della Skoda Motorsport (19’21.4).

Andersson (Mitusubishi): “Guy Wilks mi ha passato quando stavo camiando lo pneumatico. Forse si è deconcentrato un po’ ed è uscito dopo circa 300 metri”

PS 3 – Gonnosnò – 14,53 Km. È decisamente più tranquilla la seconda prova. Ancora scossi per quanto successo al collega Guy Wilks i piloti di rimettono in marcia per affrontare una speciale meno selettiva ma non certo con meno sorprese. Paolo Andreucci vola subito al comando con 5”5 di vantaggio su Meeke. Il leader Hanninen finisce al terzo posto a 12” mentre il più veloce del monte Grighine scivola quarto (a 43”) a causa di problemi con la sospensione anteriore destra. Problemi anche per Al Rajhi che esce di strada con la sua Peugeot e non riesce più a ripartire.

Juho Hanninen (Skoda): “Sono prove davvero molto dure. Si rischia sempre di uscire di strada”

Kris Meeke (Peugeot 207): “Dopo la prima prova ho pensato solo a portare la mia vettura integra al parco assistenza. Nel secondo passaggio sulle prove ci sarà solamente una piccola traiettoria da seguire per avere il giusto grip”.

PS 4 - Monte Grighine 2 - 28,66 Km. L'esperienza è tutto, è proprio il caso di dirlo. Dopo i tanti incidenti e le forature i piloti decidono di affrontare il secondo passaggio del Grighine con maggiore attenzione e stile di guida. Non ci sono scossoni e non succede niente d'importante. La prova va a Kris Meeke davanti a Juho Hanninen di 3" e Jan Kopecky. Paolo Andreucci piazza il quarto tempo e viene scavalcato in generale propri oda Meeke. Dei 43 equipaggi partiti da Cagliari ne sono rimasti in gara 32.

Paolo Andreucci (Peugeot 207): "Tutto bene ma ho guidato con cautela per evitare di forare come nel primo passaggio".

PS 5 - Gonnosnò 2 - 14,53 Km. Il secondo passaggio del Gonnosnò fa altre vittime. Il primo a uscire è Franz Witmann, fino a quel momento quinto in generale. Problemi anche per Burcu Cetinlkaya che abbandona la speciale. Jan Kopecky è il migliore con la sua Skoda precedendo Juho Hanninen. Ma gli occhi sono puntati soprattutto su Kris Meeke che rifila altri due secondi a Paolo Andreucci. Il pilota Peugeot UK rimane quindi leader di classifica con 12" di vantaggio su Andreucci e 13"7 da Hanninen.

Kris Meeke (Peugeot 207): "Davvero non male, sono molto contento di come si è comportata la vettura. Avevo solo una ruota di scorta ma se continui a pensare alle forature non fai più niente".

Paolo Andreucci (Peugeot 207): "Sto andando bene al momento ma è molto molto lunga".

Juho Hannien (Skoda): "Mi piacerebbe andare al comando ma non è e non sarà facile. Il grip è decisamente migliorato e cercherò di aumentare il mio ritmo".

PS 6 - Monte Lerno 1 - 11,89 Km. Paolo Andreucci vince la penultima prova di giornata e ritorna al comando della classifica generale del rally di Sardegna. Tempo alto per Meeke, ben 14" più lento del toscano. Meglio di lui fanno Kopecky e Hanninen.

PS 7 - Monte Lerno 2 - 11,89 Km. Andreucci su Peugeot vince anche l'ultima prova e resiste al primo posto di generale al termine del primo giorno di speciali sarde. Il toscano rifila 2" a Kopecky e 4"8 a Meeke.


Foto by Davide Sascaro

 

Commenti  

 
0 #1 zirbone 2010-06-09 10:03
Complimenti, bellissime foto......ma chi ti informava delle partenze :lol:
 
 
+1 #2 Davide 2010-06-09 10:59
Avevo uno spione d'eccellenza!!
 
 
0 #3 ito69 2010-06-09 11:32
bravo,belle foto. si e'stata una giornata. c'era solo un po' di sole...... :lol:
 
 
0 #4 zirbone 2010-06-09 11:37
:P
 
 
0 #5 zio corrado 2010-06-14 22:46
Foto splendide !! bravissimo Davide :-)
Rivedere una Lancia Stratos ancora inpista mi ha fatto tornare indietro di 35 anni !!!
 
 
0 #6 Davide 2010-06-15 21:37
Hai visto, ti ho fatto tornare "bambino"! :-)
Grazie a tutti!
 
 
0 #7 destroyer 2010-06-16 20:02
Grande Davide, foto stupende.
Io e ale ci siamo visti anche in televisione :lol: .
Speriamo che il WRC il prossimo anno faccia una tappa anche in questo tracciato, è troppo bello.
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna