Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Nel programma estivo avevo contemplato anche il Moncenisio, non ero ancora riuscito ad andarci e questa domenica mi si è presentata la buona occasione. Invitato a Torino dal Giovannino , la domenica mattina di buon ora ci siamo messi in marcia. Non è che la giornata sia iniziato proprio proprio bene…inspiegabilmente il Toy 100 non ne voleva sapere di partire… batterie a terra (ambedue !) siamo ricorsi al classico  ponte con i cavi (4 ! perché due non bastavano!). Risolto l’inconveniente partiamo alla volta di Susa. In paese facciamo la spesa e attendiamo Guido che sta arrivando con il granitico(!!! Capirete poi il perché dei punti esclamativi) Mercedes… Riunito il gruppo ci mettiamo in marcia iniziando subito la risalita in fuoristrada. Panorami incredibili ci si parano davanti agli occhi, il tempo è splendido e la temperatura…beh , fa freddino!.. Durante la salita , ripida, il Mercedes mi sta dietro ma bolle in maniera preoccupante, deve avere la temperatura vicino ai 100 °C., comunque stoicamente non si ferma fino a quanto dal finestrino aperto non sento imprecare qualcosa riguardo alla frizione… esatto la frizione.. partita , o meglio a causa di una perdita l’olio era andato tutto perso e la pompa non staccava più la frizione.

Bel guaio  considerato che siamo in mezzo alle montagne ! cerchiamo di capire e vedere se fosse possibile metterci una pezza, ma nulla da fare al Mercedes non resta che mestamente fare ritorno a casa. Passiamo in compagnia ancora qualche ora durante il pranzo , accompagniamo Guido all’asfalto e assicurandoci abbia i nostri numeri di cellulare (in caso di bisogno) ci separiamo.

Dopo il lago di Moncenisio , assolutamente affascinante , la seconda meta è uno dei forti circostanti dal quale si potrà godere di una vista eccezionale. La salita al forte non è molto impegnativa , con solo qualche passaggio più divertente,  ma molto suggestiva con davanti a noi il ghiacciaio della val d’Isere. La vista dal forte merita da sola il viaggio !  il lago del Moncenisio si vedeva  laggiù in fondo e le nuvole erano sotto di noi ..uno spettacolo !

Nonostante i piccoli problemi la giornata si è risolta in maniera egregia, Guido è arrivato a casa (quasi) senza problemi , noi siamo riusciti a fare (quasi) tutto il giro che mi ero proposto di fare .

Penso che con quest’ultima gita possiamo chiudere la stagione montana estiva e dedicarci alle brevi uscite domenicali nell’entroterra Ligure alla ricerca di passaggi complicati e pozze di fango…

Vi tengo aggiornati , nel frattempo... ciao Corrado

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna