Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Partenza come da programma, solamente con orario un po' elastico.
Al mattino ci accoglie una timida pioggia, che però lascia spazio ad una bella giornata di sole, fa quasi caldo.
Trasferimento in safalto sino all''abitato di Montevecchio dove abbiamo fatto una breve sosta e visitato i vecchi edifici dell'ente minere.
Vediamo passare un gruppo di fuoristrada, presumo di Guspini, tra i quali spicca il "vecchio" Pajero di Davide. Il gruppo transita e saluta ma poi non abbiamo più avuto modo di incontrarli, peccao ci saremmo potuti unire.
Prosegue l'itinerario prefissato e scendiamo sino a piscinas passando da Croccorigas, attraverso i guadi, con aimè poca acqua, del fiume "pulito". Giungiamo a Pisinas, attraversiamo il fiume rosso e dopo una capatina alla vedetta, da dove si scorge un panorama splendido, arriviamo alla pineta dove abbiamo acceso un piccolo fuoco e dato fondo alle provviste, con l'aggiunta di un po' di formaggio arrosto.

Quattro chiacchiere cercando dei funghi e nuovamente in marcia, giovangando abbiamo trovato una nuova stradina interessante che conduce ad un rudere di una casa in pietra, probabilmente di pastori.
E' ancora presto ed anziché risalire dal fiume rosso, come prestabilito, raggiungiamo in asfalto Funtanazza da dove prendiamo un itinerario (percorso a ritroso durante lo "Smarritrack", organizzato qualche tempo fa dall''amico Sergio, che ringrazio), reso molto interessante dalle ultime precipitazioni,che ci ha condotti in cima a Monte Funesu sino alla vedetta della forestale, altro panorama mozzafiato.
Dopo una breve sosta in attesa dell'inizio del tramonto, scendiamo verso Marceddì, dove consumiamo una breve merenda (si pensa sempre a mangiare) per far poi rientro a casa.
Grazie alla partecipazione dei soci di sempre e dei nuoviamici, in particolare OrsoBianco SJ 410 bianco (con delle gomme invidiabili) e Marco col Pajero verde. Ciao Simone

Foto by Simone e Roberto

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna