arciUna giornata che, nel bene o nel male è da ricordare. Appuntamento alle 08.30, nel giro di pochi minuti arrivano tutti quanti, 27 equipaggi... è incredibile, partiamo puntuali! Iniziamo con un pò di fango, sguazzando tra una pozzanghera e l'altra arriviamo ai piedi del Monte Arci, dove come inizio abbiamo scelto dei canaloni "Sali e scendi" dove qualcuno incontra qualche problema di grip, mentre altri cominciano a prendere confidenza con il terreno.

Si sale tutti incolonnati, l'idea del Road Book piace solo in parte e tutti preferiscono viaggiare uno dietro l'altro: comincia il "Fuoristrada"! Buche, pietre e canaloni ci hanno accompagnato durante la risalita del monte; qualcuno all'improvviso nota un muretto di pietra affacciato su un bellissimo panorama e ne approfitta per fare due foto e... già che c'era, un piccolo spuntino alla faccia di tutti quelli che erano dietro in coda ad aspettare di salire... SONO RAGAAAZZIII!!!

Si prosegue in discesa nel bosco, tutto intorno si nota il muschio verde che ricopre qualsiasi cosa, il terreno è scivoloso e l'ambiente unico.

Il tour continua attraverso dei canaloni di fango fino ad una frangifuoco ripidissima da dove si vede tutto il panorama.

Uno dei conducenti ha una distrazione e finisce appeso sopra un dosso con le ruote che girano per conto loro... nessun problema lo spirito di gruppo risolve la situazione in pochi secondi con una potente spinta manuale che fa "disincastrare" il mezzo e proseguire la colonna. Giunge un richiamo via radio che segnala un problema ad un veicolo... le pinze dei freni bloccate! Il nostro amico Corrado, coadiuvato da Antonio e Carlo, da una mano al conducente a sistemare la situazione e si riparte... Purtroppo si arriva in cima al Monte e lo stesso conducente si "intraversa" in un canalone rimanendo bloccato! Santo Verricello salva la situazione... riparte ma una volta giunto sullo spiazzo si accorge di aver rotto un cuscinetto e che la ruota posteriore destra si sta sfilando! Si decide di abbandonare il mezzo per poi recuperarlo successivamente, caricati i passeggerei su un'altra macchina si riparte per il ristorante. Sono le 14, il pranzo è in un locale rustico ma caratteristico, il menu è stato modificato per un problema logistico (?) ma il mangiare non manca e l'agnello cucinato, a detta dei più, era veramente buono. Pausa di un ora e mezza, si riparte dopo una "mega" foto di gruppo... 67 persone presenti, in direzione del museo dell'Ossidiana. Veloce visita al museo e via con la seconda trance del percorso. Gli amici di Cagliari ci salutano, alcuni di loro hanno degli impegni e quindi fanno rientro verso casa. Simone, il nostro Vice Presidente, si stacca dal gruppo e accompagna il ragazzo rimasto in panne poco prima a recuperare il suo mezzo con il carro attrezzi.

Ricomincia il fuoristrada e, attirato da enormi pozzanghere, un Suzuki Jimny si fa prendere la mano entrando a tutta velocità nell'acqua, rimanendo con il motore in panne... pochi minuti, si risolve il problema e tutti quanti proseguono il percorso, passando per un boschetto niente male, attraverso una cava e giù per una stradina ripidissima... Il percorso volge ormai al termine, uno sterratone di qualche chilometro ci accompagna fino all'arrivo, dove qualcuno pensando di dover tagliare il traguardo appesantisce il piede sull'acceleratore. E' finito! Per l'organizzazione un sospiro di sollievo, specialmente quando, cercando di carpire dalle espressioni dei partecipanti il giudizio della giornata, vede tante facce sorridenti. Ci si intrattiene qualche minuto per i saluti e per raccogliere le impressioni della giornata per poi fare rientro verso casa.

gruppo1

Un particolare ringraziamento va ...

A Corrado, per aver attraversato il mare, per poter partecipare a questa manifestazione, partecipando attivamente a tutta l'organizzazione;

A Simone, per aver guidato tutto il gruppo con impeccabile abilità;

A Salvatore e Santino, per aver voluto partecipare al pranzo in compagnia di tutti pur non facendo il percorso, dovendo attendere tutta la mattina che tutti giungessero a destinazione;

A Carlo, Massimo, Antonio, Fabrizio, Marisa, Alessandra e Matia che si sono impegnati per dare assistenza a quanti ne avessero bisogno, oltre a realizzare il reportage Video/fotografico;

A Tutti i partecipanti, per aver dato fiducia allo Staff di Fuoristradaweb, aderendo numerosi alla prima manifestazione organizzata, e soprattutto per aver chiuso un occhio su eventuali disguidi esaltando il risultato della manifestazione.

.


Video by Destroyer

 

Foto by Selix

Foto by Corrado

Foto by Simone

 

seoLinks